Rapporto Assinform 2017: mercato digitale in crescita!

//Rapporto Assinform 2017: mercato digitale in crescita!

Rapporto Assinform 2017: mercato digitale in crescita!

Il rapporto Assinform “Il Digitale in Italia 2017, presentato in contemporanea a Milano e a Roma il 24 luglio,
conferma la ripresa del mercato digitale dopo un fermo di quasi 4 anni.

La Trasformazione Digitale, rivoluzione del terzo millennio, ha iniziato a produrre i suoi effetti, sono cambiati i modi di vivere, di essere cittadini, i modi di interagire con clienti e fornitori, i prodotti e servizi, lo scenario competitivo e il modo di fare impresa.

Il rapporto evidenzia come nel 2016 il Mercato Digitale italiano si sia ripreso, con una prospettiva di costante miglioramento: dal 2,3% del 2017 al 2,9% del 2019. La spinta viene dalla Digital Transformation, ovvero INNOVAZIONE DEI PROCESSI, DELLE RELAZIONI CON I CLIENTI E FORNITORI DELL’OFFERTA, in parte già avviate nell’Industria, nella Distribuzione, nella Banche e nelle Utility.
Anche la Pubblica Amministrazione prova a fare la sua parte, seppur fra incertezze e difficoltà.

Gli effetti che i PROCESSI DI TRASFORMAZIONE DIGITALE esercitano a livello globale stanno iniziando a instaurarsi nello scenario italiano, anche in conseguenza di scelte strategiche operate negli ultimi anni.

Il mercato digitale italiano 2016 – 2019

Il rapporto Assinform fornisce una panoramica più che positiva dell’andamento del Mercato Digitale italiano che nel 2016 è cresciuto del 1,8% e ha superato i 66 miliardi di euro, con una prospettiva positiva per gli anni futuri. La motivazione sta nel profondo cambiamento della domanda in tutti i principali settori d’utenza, che in Italia è divenuta più attenta alla potenzialità offerta delle componenti più innovative, cosidette DIGITAL ENABLE: investimenti IoT, Cybersecurity, Cloud, Big Data, Servizi Web, Mobile Business, un mercato con crescita a due cifre.

Un altro importante input per il mercato digitale Italiano è Industria 4.0, un piano concepito per coinvolgere sia le Grandi Imprese che le PMI.

Esperienze di trasformazione digitale in Italia

Lo studio Assinform attraverso una serie di Focus Group ha analizzato la situazione attuale delle figure chiave legate alle competenze digitali nelle aziende italiane, sul fronte della Trasformazione Digitale.
Gli ambiti strategici delle iniziative di Trasformazione Digitale risultano:

  • PROCESSI AZIENDALI > ambito ritenuto prioritario per l’82% dei corrispondenti attraverso molteplici attività;
  • CUSTOMER EXPERIENCE > con il 66% dei corrispondenti include i progetti volti a comprendere ed anticipare i bisogni della clientela, ad arricchire il contatto diretto e a sviluppare strategie omni e multi canale per agire su tutti i punti di contatto;
  • CYBERSECURITY > il 42% ha a piano progetti per la protezione e messa in sicurezza di dati e informazioni rilevanti (compreso l’attuazione del GDPR, direttiva NIS, monitoraggio attacchi informatici ecc)
  • ORGANIZZAZIONE AZIENDALE > Il 34% colloca progetti di trasformazione digitale nell’ambito di iniziative di ridefinizione di ruoli, responsibilità e forme di incentivi della Business Unit e degli individui., ma anche iniziative di Smart Working e Collaboration
  • PORTAFOGLIO OFFERTA > per il 34% dei rispondenti le iniziative digitali a piano incrociano obiettivi legati all’ampliamento dell’offerta di prodotti e servizi e all’introduzione di nuove modalità di vendita anche “as a service”;
  • ECOSISTEMA DI FILIERA > interesse che riguarda solo il 29% di rispondenti comprende le attività come il rendere efficiente il flusso di informazioni all’interno della filiera e la sua struttura, potenziare la collaborazione tra i player dell’ecosistema e allineare la sicurezza e la protezione dei fati e delle informazioni, dall’inizio alla fine del loro percorso.

La trasformazione nell’offerta ICT e digitale in Italia

Il settore ICT in Italia vede un totale 102 mila imprese e più di 560 mila addetti, attualmente è fortemente sollecitato da una domanda di soluzioni sempre più innovative e accessibili, che incorporano i plus dei Digital Enabler e i canoni per l’industria 4.0.

Industria 4.0 … riflessioni Assinform…

Nel 2016 il mercato italiano industria 4.0 ha raggiunto il valore di 1.831 milioni di euro, in crescita del 18,2%, la crescita maggiore è stata registrata per i sistemi industriali connessi e intelligenti (+19,4%), seguono prodotti e servizi ICT(+17,3%).
Attualmente solo il 22% delle aziende manifatturiere non ha in corso riflessioni sul tema, mentre circa il 50% sa che deve affrontare la tematica pur non avendolo ancora fatto, il 28% è invece operativo su un piano aziendale.
Si rileva tuttavia un’incertezza diffusa sul COME indirizzare gli investimenti.

PREVISIONI SU MERCATO E SETTORE

Lo studio mette in evidenza le crescita registrata dal mercato digitale italiano nel corso del 2016, che sarò riconfermata e ulteriormente rafforzata tra il 2017 e il 2019.
Le previsione mostrano tassi di crescita sempre più consistenti a partire dal 2,3%  per il 2017, fino al 2,9% del 2019, un andamento in antitesi con l’evoluzione dell’economia italiana, che si muove in uno scenario fortemente influenzato dal clima di incertezza politica e dalle tensioni internazionali (spinte sovraniste anti-euro, Brexit, avvicendamento della presidenza degli Stati Uniti).

Fattori di STIMOLO allo sviluppo digitale DELLE IMPRESE: 

  • Focus su Digital Transformation;
  • Digitalizzazione dei processi interni;
  • Innovazione di offerte e modelli di business;
  • Incentivi connessi a Industria 4.0;
  • Crescente strategicità dell’ICT a supporto del business: collaborazione CIO e CXO;

FRENO allo sviluppo digitale DELLE IMPRESE: 

  • Difficoltà economiche permanenti nel tempo;
  • Vulnerabilità delle aziende;
  • Ritardi nella digitalizzazione delle piccole imprese;

Fattori di STIMOLO allo sviluppo digitale DEI CONSUMATORI: 

  • Crescente uso di Internet e dei Social;
  • Crescente penetrazione del Mobile;
  • Aumento dell’e-commerce;
  • Crescente utilizzo dei canali digitali nella fruizione di contenuti video (VOD);

FRENO allo sviluppo digitale DEI CONSUMATORI: 

  • Peggioramento degli indicatori macroeconomici su famiglia, consumi e occupazione;
  • Generale stagnazione dell’economia nazionale;

Fattori di STIMOLO allo sviluppo digitale NELLA PA: 

  • Strategia per la crescita digitale e Progetti di Sistema;
  • Riforma Madia;
  • Piano Triennale per l’informatica della PA;
  • Crescente strategicità del canale digitale nella gestione della relazione con i cittadini;

FRENO allo sviluppo digitale NELLA PA: 

  • Impatto della Spending Review sui budget ICT degli enti;

Fonte: Rapporto Assinform 2017

 

By | 2017-08-29T15:04:14+00:00 agosto 10th, 2017|NEWS|0 Comments

About the Author: